Piani di Studio

Corso di studi e quadro Orario Settore Economico   

AFM Amministrazione Finanza Marketing

 

 

 

Area di equivalenza

Materie Classe 1 Classe 2 Classe 3 Classe 4 Classe 5
Religione/Materia altern. 1 1 1 1 1
Italiano 4 4 4 4 4
Storia 2 2 2 2 2
1 lingua straniera 3 3 3 3 3
2 lingua straniera 3 3 3 3 3
Matematica informatica 4 4 3 3 3
Diritto ed Economia 2 2
Scienze integrate 2 2
Scienze integrate Fisica- Chimica 2 2
Informatica 2 2 2 2
Educazione Fisica 2 2 2 2 2
 

Area d’indirizzo

Geografia 3 3
Diritto 3 3 3
Economia
politica
3 2 3
Economia aziendale 2 2 6 7 8
Totale ore settimanali 32 32 32 32 32

AMMINISTRAZIONE FINANZA e MARKETING

L’indirizzo tecnico-economico si caratterizza per
un’offerta formativa che ha come sfondo il mercato e affronta lo studio dei macrofenomeni economico-aziendali nazionali e internazionali, la normativa civilistica e fiscale, il sistema azienda nella sua complessità e nella sua struttura, con un’ottica mirata all’utilizzo delle tecnologie e alle forme di comunicazione più appropriate, anche in lingua straniera.

I risultati di apprendimento tengono conto del significativo spostamento di attenzione verificatosi nel campo delle scienze aziendali verso l’organizzazione e il sistema informativo, la gestione delle relazioni interpersonali e degli aspetti comunicativi, il marketing e l’internazionalizzazione. Le discipline giuridiche, economiche, aziendali e
informatiche riflettono questo cambiamento e si connotano per l’approccio di tipo sistemico e integrato dei loro contenuti che vanno quindi sempre letti nel loro insieme.

Nell’ambito degli studi tecnico-economici, l’ITE Luigi Amabile” vanta una lunga tradizione: da sempre costituisce nel territorio un polo formativo di qualità, rispondendo alle esigenze professionali e culturali del mondo lavorativo e di quello universitario.

L’offerta formativa dell’Istituto, in linea con le indicazioni dell’Unione Europea, intende far fronte alle esigenze e
all’evoluzione della realtà produttiva ed economica attuale, attraverso piani formativi che promuovano le competenze e i valori della nuova cultura d’impresa (creatività, flessibilità, responsabilità, collaborazione, educazione alla autoimprenditorialità); intende, inoltre, fornire agli studenti una preparazione culturale e tecnica che si renda funzionale al proseguimento degli studi universitari.

Il corso “Amministrazione, Finanza e Marketing”, offre un taglio più prettamente “aziendalista”: forma competenze generali nel campo della gestione aziendale e dell’interpretazione dei risultati economici, con
riferimento all’amministrazione, programmazione e controllo dei processi, all’utilizzazione degli strumenti di marketing, alla gestione di prodotti assicurativi e finanziari, al sistema informativo.

 

II° BIENNIO E TERZO ANNO –

SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

Anno

Anno

Anno

Lingua e letteratura Italiana

4

4

4

Lingua inglese

3

3

3

Storia

2

2

2

Matematica

3

3

3

Scienze motorie e sportive

2

2

2

Informatica

4*

5*

5*

2aLingua comunitaria

3

0

0

Economia aziendale

4*

7*

7*

Diritto

3

3

2

Economia politica

3

2

3

Religione cattolica o attività alternative

1

1

1

TOTALE ORE SETTIMANALI

32

32

32

* in compresenza con il docente di Laboratorio di Tecnologie Informatiche

 

PROFILO PROFESSIONALE

SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

L’indirizzo tecnico-economico si caratterizza per un’offerta formativa che ha come sfondo il mercato e affronta lo studio dei macrofenomeni economico-aziendali nazionali e internazionali, la normativa civilistica e fiscale, il sistema azienda nella sua complessità e nella sua struttura, con un’ottica mirata all’utilizzo delle tecnologie e alle forme di comunicazione più appropriate, anche in lingua straniera.

I risultati di apprendimento tengono conto del significativo spostamento di attenzione verificatosi nel campo delle scienze aziendali verso l’organizzazione e il sistema informativo, la gestione delle relazioni interpersonali e degli aspetti comunicativi, il marketing e l’internazionalizzazione. Le discipline giuridiche, economiche, aziendali e informatiche riflettono questo cambiamento e si connotano per l’approccio di tipo sistemico e integrato dei loro contenuti che vanno quindi sempre letti nel loro insieme.

Nell’ambito degli studi tecnico-economici, l’ITE Luigi Amabile” vanta una lunga tradizione: da sempre costituisce nel territorio un polo formativo di qualità, rispondendo alle esigenze professionali e culturali del mondo lavorativo e di quello universitario.

L’offerta formativa dell’Istituto, in linea con le indicazioni dell’Unione Europea, intende far fronte alle esigenze e all’evoluzione della realtà produttiva ed economica attuale, attraverso piani formativi che promuovano le competenze e i valori della nuova cultura d’impresa (creatività, flessibilità, responsabilità, collaborazione, educazione alla autoimprenditorialità); intende, inoltre, fornire agli studenti una preparazione culturale e tecnica che si renda funzionale al proseguimento degli studi universitari.

Il corso di Sistemi Informativi Aziendali si caratterizza per il riferimento sia all’ambito della gestione del sistema informativo aziendale sia alla valutazione, alla scelta e all’affidamento di software applicativi. Tali attività sono tese a migliorare l’efficienza aziendale attraverso la realizzazione di nuove procedure, con particolare riguardo al sistema di archiviazione, alla gestione dei dati, all’organizzazione della comunicazione in rete e alla sicurezza informatica. Integra le competenze dell’ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell’azienda e contribuire all’innovazione e al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa inserita nel contesto internazionale.

Anche l’insegnamento delle discipline economiche nell’Istituto si fonda sulla didattica laboratoriale che sfrutta tutte le potenzialità tecnico-informatiche di cui dispongono le aule speciali, al fine di ampliare la formazione, aumentare la motivazione allo studio, diversificare le forme di apprendimento e di comunicazione fra il docente e la classe. Di particolare importanza l’utilizzo di un nuovo software “gestionale” come valido strumento per la verifica delle competenze operative nell’ambito della contabilità aziendale.

Espressione della massima apertura agli stimoli offerti dalle realtà produttive del territorio sono le attività di Alternanza Scuola-lavoro, a cui la scuola riserva un impegno e uno sforzo organizzativo considerevoli. Il numero di convenzioni stipulate con le imprese è diversificato e rispecchia gli effettivi fabbisogni formativi del tessuto produttivo del territorio. La scuola, infatti, si relaziona con il territorio co-progettando i percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro e mirando alla fidelizzazione delle strutture ospitanti. L’intera attività, inoltre, è documentata da una registrazione informatica costruita ad hoc ed elaborata dalla stessa istituzione scolastica.

DISCIPLINE biennio biennio 5°anno
1^ 2^ 3^ 4^ 5^
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Storia 2 2 2 2 2
Matematica 4 4 3 3 3
Lingua Inglese 3 3 3 3 3
Lingua Francese 3 3 3 3 3
Lingua Spagnolo 3 3 3
Arte e territorio 2 2 2
Diritto ed economia 2 2
Diritto e legislazione turistica 3 3 3
Economia aziendale 2 2
Discipline turistiche e aziendali 4 4 4
Scienze integrate

(Scienze della Terra e Biologia)

2 2
Scienze integrate (Fisica) 2
Scienze integrate (Chimica) 2
Geografia 3 3
Geografia turistica 2 2 2
Informatica 2 2
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione Cattolica
Attività alternative
1 1 1 1 1
Totale ore settimanali 32 32 32  32  32 

Declina le competenze di amministrazione, finanza e marketing nell’azienda turistica che si occupa di prodotti/servizi turistici e si relaziona al territorio per riconoscere il valore e le potenzialità dei beni artistici e ambientali, in vista di una corretta fruizione e valorizzazione.

Il Diplomato nell’indirizzo “Turismo” è in grado di:

  • Riconoscere e interpretare le tendenze dei mercati locali, nazionali, globali anche per coglierne le ripercussioni nel contesto turistico, i macro-fenomeni socio-economici globali in termini generali e specifici dell’impresa turistica, i cambiamenti dei sistemi economici nella dimensione diacronica attraverso il confronto tra epoche e nella dimensione sincronica attraverso il confronto tra aree geografiche e culturali diverse.
  • Individuare e accedere alla normativa pubblicistica, civilistica, fiscale con particolare
    riferimento a quella del settore turistico.
  • Interpretare i sistemi aziendali nei loro modelli, processi di gestione e flussi informativi.
  • Riconoscere le peculiarità organizzative delle imprese turistiche e contribuire a cercare
    soluzioni funzionali alle diverse tipologie.
  • Gestire il sistema delle rilevazioni aziendali con l’ausilio di programmi di contabilità
    integrata specifici per le aziende del settore turistico.
  • Analizzare l’immagine del territorio sia per riconoscere la specificità del suo patrimonio
    culturale sia per individuare strategie di sviluppo del turismo integrato e sostenibile.
  • Contribuire a realizzare piani di marketing con riferimento a specifiche tipologie di
    imprese o prodotti turistici.
  • Progettare, documentare e presentare servizi o prodotti turistici.
  • Individuare le caratteristiche del mercato del lavoro e collaborare alla gestione del
    personale dell’impresa turistica.
  • Utilizzare il sistema delle comunicazioni e delle relazioni delle imprese turistiche.

CORSO DI STUDI SERALE PER ADULTI

Il corso di studi serale attivo presso l’ITE “L. Amabile” è rivolto a tutti gli adulti desiderosi di inserirsi di nuovo nel circuito di formazione culturale e professionale. L’educazione degli adulti, da attività compensativa di analfabetismi diffusi, si è riconfigurata quale prospettiva di istruzione e formazione durante l’intero ciclo della vita.

L’acquisizione delle competenze chiave e il continuo aggiornamento e potenziamento di un alto livello di conoscenze e abilità rappresentano il prerequisito per lo sviluppo personale dei cittadini, anche migranti e per la partecipazione a tutti gli aspetti della società, dalla cittadinanza attiva, all’inserimento nel mercato del lavoro.

La centralità del discente adulto, un approccio innovativo all’apprendimento, un’analisi efficace dei bisogni favoriscono la lotta alla povertà e all’esclusione sociale, a favore dell’integrazione di coloro che si trovano ai margini del mercato del lavoro. Parlando di “adulti” si apre uno scenario temporale ampio che, partendo dai giovani, include età intermedie fino alla terza età. La scuola, nella sua accezione più significativa, è concepita non soltanto come luogo fisico in cui le persone in “età scolare” si educano e si istruiscono, ma anche come sede di progettazione intenzionale, finalizzata alla realizzazione di processi di apprendimento, di riqualificazione, di “manutenzione” di conoscenze, di acquisizione di nuovi linguaggi, di approfondimenti. Leggendo fra le pieghe dei vissuti, essa può sostenere le persone nella ricerca della propria identità, consolidare l’autostima, leva di ogni processo motivazionale.

Tutte le persone, ma soprattutto le fasce più deboli della popolazione che non sono in condizioni di competitività sociale, culturale e professionale, devono essere messe nella condizione di ritrovarsi come persone e di adeguare le proprie competenze chiave alle sollecitazioni dell’ambiente sociale e alle richieste del mercato del lavoro. Tale corso si  pone, pertanto, lo scopo di acquisire tutte le informazioni essenziali per l’elaborazione di una offerta formativa che miri alla progettazione di curricoli rispondenti alle esigenze proprie dell’adulto.

Tale progettazione:

  • si adatta alle consuete situazioni di frammentarietà delle esperienze formative e favorisceuscite e rientri in sistemi diversi;
  • supera i vincoli di rigidità dell’offerta formativa della scuola e facilita l’accesso ai percorsi formativi anche a persone che precedentemente ne erano escluse;
  • permette la strutturazione di itinerari personalizzati e, con la messa in valore delle competenze e conoscenze pregresse e/o acquisite in segmenti formativi parziali, concorre a risolvere il problema della scarsa disponibilità di tempo di cui le persone dispongono per motivi lavorativi o familiari e a capitalizzare i risultati ottenuti.

I percorsi modulari, flessibili e reticolari devono avere come focus non soltanto i contenuti, ma anche e soprattutto le competenze. Esse costituiscono il punto di partenza per la personalizzazione dei percorsi e contemporaneamente inducono a riflettere sulle metodologie per acquisirne di nuove, nell’ambito dei “risultati attesi” e individuare le modalità per renderle operative.

I modelli tradizionali, ancorati alla centralità del docente e all’apprendimento per discipline, scandito in anni scolastici, deve cedere il posto alla sperimentazione di itinerari che puntino sul coinvolgimento attivo dei soggetti, che sperimentano percorsi diversi e alternativi che facciano riferimento a competenze e conoscenze da acquisire, coerenti con la disponibilità e le capacità di apprendimento  personali e incentrati sull’interazione tra i nodi concettuali che compongono la conoscenza stessa. L’articolazione in livelli potrebbe consentire una vera flessibilità con entrate e uscite a seconda dei bisogni degli adulti in formazione, ma anche attività di approfondimento, recupero, formazione a distanza.